ORARI DI APERTURA: LUN-VEN / mattino ore 8.30 – 13.00 / pomeriggio ore 14.30 – 18.30 / SAB 8.30 – 12.30

magazine

Archivio:

Nuovo codice della strada: che cosa cambia?

Nuovo Codice della Strada 2024: quali modifiche? Scopri di più nell'approfondimento firmato Autoteam

In dirittura d’arrivo il nuovo codice della strada. Sono tante le novità proposte: per avere un quadro chiaro di che cosa ci aspetta, ecco in sintesi un elenco delle modifiche in fase di approvazione.

Neopatentati, Autovelox, utilizzo del cellulare durante la guida e guida in stato di ebbrezza: un giro di vite per infrazioni che rientrano in queste categorie. Il nuovo codice della strada inasprirà le sanzioni, con l’obiettivo dichiarato di aumentare la sicurezza sulle nostre strade. Ci sono altre variazioni, delle quali si parla da tempo: una fra tutte la possibilità di circolare in autostrada con motocicli di cilindrata minima fino a 125 cc. Concentriamoci sulle quattro categorie menzionate in apertura e vediamo quali sono le proposte in fase di studio.

Nuovo CDS: ecco le principali modifiche

Indice

Neopatentati

Niente supercar i primi tre anni per chi ha appena conseguito la patente di guida. La limitazione legata alla potenza delle auto che possono essere guidate da questi automobilisti passa da uno a tre anni. Chi ha ottenuto la patente B non potrà guidare per 36 mesi dal conseguimento veicoli superiori a 75 Kw per tonnellata, veicoli di categoria M1 (incluse le versioni ibride ed elettriche) superiori a 105 Kw per tonnellata. Rispetto al CDS in vigore la soglia si alza di 20 Kw per gli autoveicoli e di 35 Kw per le autovetture.

Autovelox

Mai più (o quasi…) multe cumulative per infrazioni commesse nello stesso arco di tempo sul medesimo tratto stradale. Se in un’ora si prendono più multe lungo una tratta di competenza dello stesso ente, si pagherà una sola sanzione. Quella più grave sarà aumentata di un terzo del valore.

Utilizzo del cellulare alla guida

Se in termini generali il nuovo CDS è guidato da criteri di maggiore severità, quando si parla di smartphone alla guida questo approccio è ancora più marcato. Sanzioni da. 250 a 1.000€ per chi venisse sorpreso a utilizzare il cellulare alla guida. Un massimale inferiore a quanto originariamente proposto in sede di stesura del testo (la proposta iniziale prevedeva una forbice compresa tra 422 e 1.697€). I recidivi andranno incontro a una multa a partire da 350 e fino a 1.400€.

La norma prevede inoltre un tetto massimo agli interessi applicati alle multe. Non potranno più essere maggiorate oltre il 60% del valore iniziale.

Sospensione della patente per utilizzo dello smartphone alla guida

Oltre alla sanzione pecuniaria, il nuovo Codice della Strada prevede la sospensione della patente per un breve periodo di tempo. Chi venisse colto in fragrante, avrà una sospensione della patente di 10 giorni se sul documento sono presenti almeno 10 punti. Nel caso fossero meno di 10, la sospensione sarà di 15 giorni.

Se l’uso dello smartphone causa un incidente o manda fuori strada un altro mezzo, i tempi di sospensione vengono raddoppiati d’ufficio.

Guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti

Veniamo alle modifiche più severe previste dal nuovo CDS. Esistono 3 fasce che prevedono sanzioni diverse e progressive per chi venisse sorpreso a guidare con un tasso alcolemico superiore alla soglia consentita (0,4 grammi per litro). Vediamole insieme.

  • Tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 grammi per litro: sospensione della patente da 3 a 6 mesi e sanzione compresa tra 573 e 2.170€.
  • Tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 grammi per litro: chi venisse sorpreso con un tasso alcolemico di questa fascia andrà incontro a una doppia sanzione. Pecuniaria, da 800 a 3.200€, e detentiva, con possibile condanna fino a 6 mesi di arresto. Il ritiro della patente in questo caso può variare da 6 mesi a un anno.
  • Tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro: anche per chi risultasse positivo all’alcoltest con questo tasso alcolemico è prevista una doppia sanzione. Pecuniaria, da 1.500 a 6.000€, e detentiva, da 6 mesi a un anno. La sospensione della patente può durare da 1 a 2 anni.
Segnalazioni sulla patente e Alcolock

Chiunque riceva una sanzione per guida in stato di ebbrezza sarà segnalato mediante un codice applicato alla patente di guida. Per poter guidare senza rischi dovrà avere un tasso alcolemico pari a zero (qualunque valore superiore farebbe scattare una contravvenzione). È stato introdotto l’alcolock: un dispositivo da installare a bordo della propria auto (su base volontaria), attraverso il quale è possibile misurare il proprio tasso alcolemico prima di mettersi alla guida.

Se l’alcolock rileva un tasso superiore a zero, blocca il veicolo impedendone la messa in moto.

Ricordiamo che le modifiche non sono ancora definitive: torna a visitare il nostro sito, non appena vi sarà l’approvazione finale al Senato troverai tutti gli aggiornamenti necessari.

Hai dubbi o domande sul nuovo codice della strada o sulle Pratiche Auto? Vieni a trovarci in Agenzia: siamo a tua disposizione!